FENDER STRATOCASTER '72

 

    Il mio gioiellino! Questa chitarra si era nascosta nel retro di un magazzino e l'ho liberata dall'oblio per trecentomila lire. Oltre a qualche segno di poco conto sul corpo, montava un ponte non originale e presentava i tasti completamente segnati e smangiati, ma manico ed elettronica erano a posto e originali.

    Per inserire il ponte originale ho dovuto annullare i fori del vecchio ponte eseguendo una fresata nel legno riempiendola poi con un inserto di mogano su cui ho rifatto i fori del nuovo ponte; ho poi revisionato tutta l'elettronica e l'ho portata da Tomassone a Bologna che ha sostituito tutti i tasti ed effettuato le regolazioni di rito, per la stessa cifra sborsata per l'acquisto.

    Alla fine ho ottenuto una bellissima Strato del '72, di colore originariamente bianco ma tramutatosi in crema con gli anni, tastiera in palissandro e la caratteristica wide headstock dell'epoca; il suono cristallino ma non fastidioso, ammorbidito dagli anni, e acquista una spettacolare grinta con un ronzio contenutissimo quando accoppiata ad un amplificatore a valvole.

 

 

indietro